Bio

PIERO COLOMBANI

 English

PIERO COLOMBANI

 Pittore e Miniatore d’Arte in Sarzana  (Italy )

 

“IL PROFETA DEL NUOVO GOTICO

La Moderna Miniatura di  PIERO COLOMBANI

 

img_6085

( Alcuni estratti  di  una intervista  all’artista, a cura di Annalisa Bellerio- Storica dell’Arte)

 

……“Dentro e fuori i confini geografici e culturali della natia Lunigiana, un artista eclettico e visionario ha reinterpretato col proprio stile le potenzialità espressive dei codici medievali, attualizzandone lo spirito, il linguaggio, il messaggio

È un percorso solitario e poco battuto quello intrapreso da Piero Colombani da quando, a sette anni, dichiarò che avrebbe fatto il pittore, e la sua vita cominciò a fondersi con la sua opera, e la sua opera a essere la sua vita, riflettendone la ricerca, le riflessioni, le sperimentazioni, il vasto sapere.

In quarant’anni di attività poliedrica e intensa la sua fama ha superato i bastioni medievali della natia Sarzana, in quell’ultimo lembo di Liguria al confine con la Toscana dove egli ancora vive, lavora e insegna, catturando l’interesse di critici come Vittorio Sgarbi e di un vasto pubblico, in Italia ma anche in Francia, Spagna, Russia, dove ha ottenuto riconoscimenti ufficiali e lasciato pubbliche testimonianze.

Artista curioso e visionario, che attinge ai temi classici della letteratura, della filosofia e della mitologia come ai più aggiornati contenuti del dibattito contemporaneo, Colombani si muove fin dagli esordi in un intricato universo di simboli che con la maturità ha trovato nella miniatura un ideale terreno di espressione. Le atmosfere cupe e laceranti della sua pittura giovanile attraverso gli anni e un travagliato processo interiore si sono sciolte in un linguaggio ancora misterioso ma dalla dimensione lirica e sorvegliata, minuziosa nei dettagli, di gusto fiammingo come è stato osservato, dove l’orrido cede il passo alla preziosità allusiva dell’oro e dei lapislazzuli, di materiali desueti come pergamena e carta artigianale, tavole di legno e minerali rari, riscoperti e trattati secondo ricette di testi antichi come il trattato del Cennini. Un passaggio dall’ombra alla luce, sintetizzato dalla formula alchemica della “Imbiancatura del corvo” che dà il titolo all’imponente monografia sull’artista e la sua opera (dal 1973 al 2008), curata dalla studiosa inglese Sandra Berresford.

Nella sua bottega di pittore-alchimista Colombani è un umanista dei nostri giorni che, consapevole dell’inconsistenza di tanti miti contemporanei, punta a tutto ciò che può ridare all’esistenza autentico valore e spessore, e all’uomo una nuova dignità”………

 

PIERO COLOMBANI

“Dall’Oscurità verso la Luce “

 

(Dal testo del suo catalogo monografico,pubblicato nel maggio 2008 a cura  di Sandra Berresford-Storica dell’Arte )

 

E’ arduo se non arbitrario,tentare di riassumere in poche pagine,un’intera vita dedicata all’Arte e di illustrare la coerenza straordinaria che ha caratterizzato il Viaggio dell’artista alla coperta di sé. La monografia di Colombani copre 35 anni di intenso lavoro:questo artista Visionario ha attraversato diverse fasi di grandi tormenti esistenziali fino ad arrivare al passaggio determinante da lui definito dal Buio alla Luce , che ha dato vita al suo nuovo linguaggio artistico denominato Nuovo Gotico. In un’epoca che sembra disprezzare la profondità di pensiero,i materiali e l’abilità manuale,Colombani va controcorrente e utilizza come parte integrante della sua arte,tecniche antiche e grande maestria. Per non parlare poi della sua opera grafica. Fogli di pergamena ,vera foglia d’oro,minerali spesso macinati a mano in base ad antiche ricette come quelle trovate nel Libro dell’Arte di Cennino Cennini.

 Il suo Studio, come quello di un alchimista ,è pieno di bocce di vetro che contengono i preziosi minerali,i cassetti zeppi di pennelli di ogni tipo,l’argento e i lapislazzuli. Gli abiti dei personaggi dei suoi quadri sono stampati con l’oro e l’argento: il dettaglio deve risultare esatto,senza compromettere l’equilibrio cromatico e la composizione dell’insieme. Nell’era della velocità .nella quale il tempo è denaro e le immagini vanno e vengono e si dimenticano in un lampo,Colombani procede con la dedizione di un monaco mediovale….nondimeno egli non è chiuso ed ostile al Moderno,purchè sia il risultato di studi approfonditi e che partano da un concetto di analisi della Tradizione.

 Nella storia, il Periodo Gotico è sempre stato associato alla Spiritualità e in passato ripreso dai Nazareni e i Preraffaeliti in pittura dagli esponenti del Revivalismo Gotico in architettura e dai Romantici e Simbolisti in letteratura : Colombani adesso concretizza e dà forma alla sua dimensione visionaria e simbolica,seguendo la tecnica neo-medioevale che ha sviluppato in tanti anni di lavoro. Per quanto sia possibile che egli non abbia del tutto fugato i suoi demoni,nelle opere del M° Colombani si sta delineando una concezione più armonica dell’Universo. In lui il Nuovo Gotico corrisponde alla nascita di una nuova consapevolezza spirituale,la sua e,auspichiamo anche la nostra….”

PIERO COLOMBANI da Sarzana,artista unico nel suo genere per cultura e bravura e  personaggio molto particolare,dal forte carisma in cui,molto spesso,  la  sua Visionarietà  lo ha fatto essere profetico sul futuro attraverso i contenuti  delle sue numerose opere.  Studioso di Storia delle Religioni,Filosofia dell’Arte e Mitologia quali temi centrali delle sue opere pittoriche che  numerose conferenze,alle quali ha dato vita.

Attualmente sta preparando una mostra  sul suo ultimo linguaggio artistico,definito Nuovo Gotico che dovrebbe inaugurare a Roma nel 2017.

Il MAGICO, il SACRO, il SIMBOLICO, sono tematiche sempre presenti in ogni sua opera: pezzi unici lavorati finemente con preziosismi tecnici e di importanti contenuti filosofici che fanno comprendere la profonda formazione culturale dell’artista ,quale persona colta e studioso di tutto ciò che è connesso ad un discorso Umanista e Simbolico. Può eseguire ritratti totalmente innovativi , personalizzati e ambientati nel contesto del linguaggio pittorico da lui ideato,denominato Nuovo Gotico (vedi ad esempio la preziosa e originale tavola “Allegoria Sacra di Mercurio”,di proprietà privata-Milano)

Il Professor Vittorio Sgarbi, con l’antiquario fiorentino  Fabrizio Moretti , in occasione di più visite a Sarzana, presso lo Studio d’Arte di Colombani ,hanno avuto parole di grande stima per tutta la sua opera pittorica e per quanto hanno visionato in questo CODEX COLOMBANUS, soprattutto per le tematiche  innovative (e volutamente fuori dai consueti canoni “commerciali) di un pittore contemporaneo che, con la bravura dei Maestri antichi, ha ideato  un nuovo linguaggio denominato “Nuovo Gotico”dove ,appunto ,si  fondono passato ,presente e futuro in miniature di piccole e grandi dimensioni che,con le loro storie e tecniche, sono anche una importante espressione di protesta contro tanta falsa arte contemporanea.

COLOMBANI ,attivo in Pittura da 43 anni studioso di Iconologia e Simbolismo legati alla Tradizione e alla Scienza Sacra, ha fatto della sua diversità,rispetto alla omologazione di questa contemporaneità. la sua connotazione artistica particolare.

Nel suo linguaggio pittorico da lui definito Nuovo Gotico fonde abilmente il mondo attuale al mondo antico attraverso opere di grandi e piccolissime dimensioni,nelle quali si incontrano i mondi più lontani ,dando vita a scenari di grande impatto emotivo e visivo la cui cura del particolare rapisce lo sguardo trasportando l’osservatore dentro mondi fantastici che raccontano l’uomo e i suoi mondi orrifici, mondi celestiali,simbolici e sacri.

Queste opere portano avanti un discorso contenutistico e tecnico  che oggi nessuno vuole più affrontare,preferendo la strada più semplice di una ,massificazione e commercializzazione seriale dell’arte,legata al mondo della fretta,dei numeri e delle molte Fiere d’Arte che si susseguono tutte uguali,spesso escludendo chi parla con  un linguaggio artistico di questa natura.

 L’artista,,con il suo “Nuovo Gotico” e la sua Visionarietà,riesce invece  ad esprimere ed elaborare opere molto singolari,di immediato suo riconoscimento, usando pigmenti puri e spesso facendo personalmente a mano,secondo tecniche antiche, alcuni preparati .

Non ama molto l’aspetto virtuale della realtà artistica attuale nel mondo, soprattutto quando questa realtà  cerca di sostituirsi alla  vera arte, usando  dei programmi informatici e  con tutto ciò che ad esso ,vi è di falso e connesso. Oggi,chiunque può “inventarsi artista “e scrivere curriculum e storie non proprio veritiere su Google e quindi è sempre più difficile dare voce a chi ,nella vita ,si muove seriamente.L’importante è comunque saper prendere dal  mondo di Internet quello che può darci di positivo, ma è del parere che un quadro,una scultura un disegno siano in primis collegati ad una mano e al pensiero.Il lavoro pittorico e intellettuale di Piero Colombani, è molto apprezzato  e stimato per la grande qualità artistica della sua ricerca  che, unitamente al messaggio umanistico-filosofico , lo ha  reso  spesso protagonista di molti appuntamenti di rilevanza culturale.

IIn occasione di due eventi speciali, ha realizzato due fondali scenografici con soggetti di sua creazione,nell’ambito dei  recital del musicista Giovanni Nuti e della poetessa Alda Merini e recentemente, una sua grande opera rappresentante l’Arcangelo Gabriele (estratta dalla sua Deposizione dalla Croce ) è stata donata ed esposta nel Museo degli Angeli della attrice Lucia Bosè,che si trova in Spagna vicino a Segovia,

La sua ultima grande opera miniata su tela (mt.4 x mt.3) titolata “La Deposizione dalla Croce”lo ha impegnato per 12 anni di lavoro ed è stata presentata al pubblico nel mese di Luglio 2011,presso l’Atrio del Palazzo Comunale di Sarzana,alla presenza di molte Autorità ed esponenti del mondo culturale della nostra provincia oltre che di moltissimi turisti,con grande successo di pubblico,stampa e critica; vista da oltre 3000  persone in 25 giorni di esposizione,ha fatto parlare di se per l’originalità della composizione,costruzione e maestria  tecnica con le quali è stata realizzata.

Questa opera è stata ora collocata nella Chiesa di San Francesco di Sarzana, così come altre sue tavole a carattere sacro si trovano nella Chiesa del Carmine di Sarzana

Fa parte dei suoi progetti in corso  anche un grande Codice Miniato/CODEX COLOMBANUS, al quale lui sta lavorando dal 1997 ,opera di rara preziosità per bellezza di immagini e contenuti filosofici:un Work in Progress che fonde passato,tradizione e contemporaneità,di grande impatto ,realizzate con pennino ad inchiostro,oro zecchino,acquarello,sanguigna,tempera.

 E a tale proposito .la rivista italiana  ALUMINA/Pagine Miniate ,unica rivista in Europa ha dedicato a Colombani  un ampio servizio e  intervista curata dalla  storica dell’arte Dott.Annalisa Bellerio .con diverse foto di alcune sue preziose opere realizzate all’interno di questo Codice Miniato.

Nel Maggio 2013,in occasione del Decennale della rivista è stato invitato  a esporre il suo grande “Codice Miniato/CODEX COLOMBANUS e altre miniature su tavola ,nell’ambito di una importante mostra organizzata dalla antica Biblioteca Riccardiana di Palazzo Medici-Riccardi di Firenze,luogo in cui si conservano i Codici più preziosi dell’antichità e dove il Colombani  è stato  uno dei 4 ospiti speciali in qualità di Pittore d’Arte che ha reinventato e riscoperto la miniatura antica  e le sue tecniche nella realizzazione, applicandola alle sue opere contemporanee .La mostra ha avuto luogo dal 30 maggio al 05 Ottobre  2013.

Il Direttore della rivista ALUMINA/Pagine Miniate,ha presentato il servizio sul M°Piero Colombani anche nell’ambito della 23 edizione della Rassegna “I Libri in Strada Le Strade per il Libro”(Sarzana 14 Giugno 2013)

Nel Gennaio 2106 è stato recensito nuovamente dal direttore della stessa rivista per il lavoro Work in Progress relativo al suo CODEX COLOMBANUS.

Nel 2001, in Francia,,in occasione del Centenario della Camera di Commercio Italiana di Marsiglia ,il Presidente  lo ha invitato  ad esporre  50 opere nell’ambito della Fiera Internazionale di Marsiglia, dove ha  riscontrato un enorme successo di critica e pubblico,così come in occasione di una sua altra importante esposizione nel 1998, a Ronda di Malaga (Spagna) su invito della Fondazione Banca UNICAJA di Malaga  e nel 1985 a Roma presso Cinecittà 2 e sempre nello stesso anno, su invito dell’allora Sindaco di Assisi, nell’Antico Loggiato del Palazzo Comunale.

Nel suo curriculum  molte altre esposizioni che hanno sempre riscontrato  grandi consensi di critica e pubblico per le particolari tematiche simboliste e mitologiche  indagate e per l’eccezionale bravura tecnica e di affascinanti contenuti.

 

Nel 2008 è stato pubblicato un  prestigioso catalogo monografico, in due lingue  e dedicato ai suoi primi 35 anni di Pittura intitolato “L’Imbiancatura del Corvo”,curato. dalla storica dell’arte inglese Sandra Berresford esperta di Pre-Raffaeliti e Simbolisti.

 Questo catalogo è stato oggetto di importanti parole di stima da parte del Professor Antonio Paolucci Direttore dei Musei Vaticani e già Direttore per molti anni degli Uffizi di Firenze e il catalogo è stato inviato e ricevuto anche dal Santo Padre .

Colombani ha suddiviso il volume in 10 periodi artistici, introducendone con testi suoi, ogni periodo.

Si tratta del lungo Viaggio della sua vita e del passaggio dal Buio alla Luce che ha contraddistinto il suo lungo ,appassionato ed inizialmente tormentato percorso di vita ed arte,per lui,sempre fusi in una unica cosa.

Famosi sono i suoi primi periodi artistici dove ,precorrendo spesso i tempi dell’arte di quasi trenta’anni, veniva  invitato a partecipare a 17 edizioni della manifestazione artistica La Calandriniana ,che da 40 anni si svolge a Sarzana nel mese di Agosto , dipingeva  dal vivo su tele di grandi dimensioni,composizioni di gigantesco e molto forte   impatto emotivo, per contenuti e forme

Una sua importante miniatura è diventata il Premio simbolo del Premio Eugenio Montale Fuori di Casa ,che da 14 anni viene assegnato alle migliori firme del giornalismo nazionale ,legate al tema simbolico del Viaggio.

Nel Gennaio 2016,è stato selezionato per il volume I MAESTRI Contemporanei, iniziativa editoriale .firmata dal critico d’arte Vittorio Sgarbi e per il Volume ITALIANI .

Il 21 Aprile 2016 a Milano presso Palazzo Clerici,riceverà uno speciale riconoscimento artistico nell’ambito del Primo Premio Internazionale d’Arte TIEPOLO.

L’alto profilo culturale di Piero Colombani, ha suscitato l’interesse anche del programma  televisivo di RAI TG2 MIZAR-Cultura che, sabato 01 Giugno 2013,  gli ha dedicato uno spazio nella rubrica notturna  in onda dopo la mezzanotte. molto seguito da un pubblico curioso delle storie particolari riguardanti personalità del mondo culturale.

La troupe RAI 2 inviata a Sarzana , ha realizzato un servizio nello studio dell’artista intervistandolo e facendolo illustrare diffusamente del suo modo di vivere l’arte e della sua  della  sua visione del mondo .

Nel Novembre 2014, gli autori della trasmissione televisiva di RAI2 “Mezzogiorno in Famiglia”,dedicata alla città di Sarzana,lo hanno voluto interprete delle riprese da loro effettuate in Sarzana  ,intervistandolo sul suo nuovo linguaggio pittorico e riprendendo alcune delle sue articolari opere miniate.

 

Sono disponibili anche due DVD realizzati da Tele LiguriaSud emittente di proprietà della Curia di La Spezia,in cui è stato lungamente intervistato sia sul significato della sua monumentale  “Deposizione dalla Croce”, che sul suo pensiero filosofico e fare artistico.

 Di Piero Colombani  sono note le sue specialistiche conferenze di Iconologia ,Simbolismo nelle diverse religioni e sui Miti,  che con grande successo egli teneva negli anni 80/90, sull’emittente privata regionale ASTROTV ,riuscendo ad estendere questi attesissimi appuntamenti con “il Magico” anche a regioni come ,Toscana l’Emilia e ’Umbria.

 Attualmente è presente anche su VIMEO https://vimeo.com/54111724  un estratto di una lungo servizio realizzato da un giovane filmaker londinese oltre molti articoli presenti sul WEB e sulla carta stampata.

Da 20 anni ha aperto a Sarzana una sua Scuola Laboratorio  di Disegno e Pittura molto attiva e seguita nell’ambito dell’insegnamento dell’arte figurativa  e della Miniatura.

 Lo stesso Laboratorio,da lui diretto, si è tenuto per due anni anche presso il Comune di Bagnone in Lunigiana  ,presso il Teatro Quartieri.

Le sue opere si trovano presso collezionisti italiani e stranieri   molte le mostre tenute. (vedi nota su catalogo monografico)

Nel 1986,una sua grande opera su tavola titolata “I Sette Vizi Capitali” è stata scelta da una Confraternita Italiana che a sede a Sidney in Australia.

Nel 1998  in SPAGNA,ha tenuto una importante mostra sul tema della TAUROMACHIA,, a Ronda di Malaga,su invito della Fondazione Bancaria UNICAJA che è stata esposta in sei città dell’Andalusia.

Nel 2001, in FRANCIA,in occasione del Centenario  della Camera di Commercio Italiana di MARSIGLIA, è stato invitato a tenere una grande mostra presso un grande Padiglione della 60 Fiera Internazionale di Marsiglia,con grande successo di critica e pubblico e con una massiccia  presenza fra il pubblico,di studenti ed insegnanti dell’Accademia di Belle Arti di Marsiglia.

Altro video presente  su VIMEO https://vimeo.com/54111724  / “L’Imbiancatura del Corvo di Piero Colombani “del videomaker Antonio Bencini Farina.

TELE LIGURIA SUD  con interviste diverse all’artista ,sull’argomento “ Il Nuovo Gotico di Piero Colombani” a cura del giornalista Enrico Colombo.

Commenti chiusi